31

luglio

Spaghetti alla poveraccia

Gli spaghetti alla poveraccia portano nel piatto i veri sapori di Puglia. Uno degli ingredienti principali è la stracciatella, da aggiungere alla fine della preparazione senza sottoporla a cottura.
Il sapore di questo primo è ulteriormente esaltato dai pomodori ramati. Si tratta di una varietà che deve il suo nome alla crescita in forma di grappoli da 5-8 frutti. La polpa è molto carnosa e il sapore è caratterizzato da un buon bilanciamento tra acido e dolce.
Il dolce-acido del ramato, la consistenza cremosa della stracciatella e la croccantezza del pane fritto rendono gli spaghetti alla poveraccia un primo davvero molto saporito.
Ecco tutte le indicazioni e gli ingredienti per la preparazione:

Ingredienti per 4 persone

Spaghetti di grano duro (preferibilmente artigianali) 320 gr
Pomodori ramati 4
Cipollotto fresco ½
Aglio ½ spicchio
Olive leccine 50 gr
Capperi 10 gr
Acciughe sott’olio 2 filetti
Pane fritto 50 gr
Olio extravergine di oliva 20 gr
Rucola 10 gr
Stracciatella Gioiella 25 gr
Sale q.b.
Pepe q.b.

Tagliate i pomodori ramati a cubetti. Prendete un’ampia padella e versate all’interno un filo d’olio extravergine di oliva, il cipollotto fresco tritato finemente e lo spicchio d’aglio privo dell’anima.
Nel frattempo, portate a bollore dell’acqua in una casseruola. Quando l’acqua bolle, salate e immergete gli spaghetti.
Mentre la pasta cuoce, fate rosolare cipolla e aglio. Cinque minuti prima del termine di cottura della pasta, eliminate l’aglio e aggiungete nella padella i pomodori ramati tagliati a cubetti, le olive leccine, i capperi e le acciughe. Aggiustate di sape e pepe e fate cuocere insieme al cipollotto.
Scolate gli spaghetti al dente, versateli nella padella e mescolateli per mantecarli con il resto degli ingredienti. Non buttate via tutta l’acqua di cottura della pasta. Potrebbe servirvene un po’ per ottenere una mantecatura più cremosa.
Componete i piatti aggiungendo una spolverata di pane fritto e qualche foglia di rucola. Completate il piatto con la stracciatella Gioiella e portate in tavola: Buon appetito!

Condividi questa News su

CERTIFICAZIONI


A garanzia della qualità dei nostri prodotti